Su quali strategie si può basare l’educazione sentimentale? 
L’interrogativo sarà al centro di un incontro-dibattito promosso dal Circolo Silvio Spaventa Filippi con il Patrocinio del Comune di Potenza sabato 14 settembre alle 18.00 nella Sala dell’Arco del Palazzo di Città. Saranno presenti: Santino Bonsera Bonsera, Presidente del Circolo Silvio Spaventa Filippi e Alessandra Sagarese, Assessore alla Pubblica Istruzione e rapporti con l’Università del Comune di Potenza.
A tenere una relazione sul tema dell’Educazione sentimentale sarà Emilio Lastrucci, docente di Pedagogia generale e Pedagogia sociale nell’Università degli Studi della Basilicata.

Il titolo della manifestazione – educazione sentimentale – rimanda a un’idea ottocentesca che trova ampia rappresentazione nell’omonima opera di Flaubert.

Oggi assistiamo a una crisi dei valori e a una deriva morale anche in virtù del fatto che viviamo in un mondo virtuale. Si pone, pertanto, un problema significativo che riguarda i legami interpersonali che si vanno sempre più indebolendo, e che diventano “liquidi” come teorizzato dal sociologo Bauman.
In questo contesto è importante rivalutare il ruolo dell’educatore, a partire dalla famiglia fino ad arrivare al mondo della scuola. Occorre una maggiore sinergia tra le istituzioni educative al fine di guidare correttemante i soggetti in formazione negli stadi più precoci dello sviluppo.
Al termine della manifestazione è previsto un dibattito aperto al pubblico.