I classici della letteratura italiana possono essere rivisitati e adattati nei contenuti per la diffusione nelle scuole.  Sensibilizzare i giovani lettori e avvicinarli alle opere che contengono importanti messaggi di carattere storico e antropologico, è il punto da cui parte Trifone Gargano nel volume “I fuochi del Basento” Progedit editore.

Il testo sarà presentato il 21 novembre alle 17.30  a Potenza nel Ridotto del Teatro Stabile per iniziativa del Circolo culturale Silvio Spaventa Filippi e del Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti di Potenza. La manifestazione è inserita nel cartellone di eventi dell’Autunno Letterario promosso dal Comune di Potenza.

I fuochi del Basento è l’opera che ha sancito l’ingresso del giornalista e saggista lucano Raffaele Nigro nella tradizione letteraria italiana. Il romanzo, pubblicato nel 1987 dalla casa editrice Camunia, ha vinto il Supercampiello.

Trifone Gargano, docente di lingua e letteratura italiana nell’ Istituto Don Milani di Acquaviva delle Fonti, ripropone il volume a trent’anni di distanza con lo scopo di mantenere vivo l’interesse del pubblico nei confronti di un’opera che, a metà tra cronaca e immaginazione, restituisce dignità all’Italia meridionale macchiata da  ingannevoli stereotipi.

L’evento sarà aperto dai saluti di Roberto Falotico, Assessore alla Cultura, Istruzione e Turismo del Comune di Potenza, e dagli interventi di Santino Bonsera, Presidente del Circolo Silvio Spaventa Filippi, e di Daniela de Scisciolo, Presidente del Cidi Potenza.

Nel corso dell’incontro Raffaele Nigro dialogherà con Trifone Gragano e con Gino Dato, editore della Progedit.

Le conclusioni saranno affidate a Vito Santarsiero, Presidente del Consiglio regionale della Basilicata.